Home » Evidenza » Emergenza CORONAVIRUS – Aggiornamento del 30/03/2020

Emergenza CORONAVIRUS – Aggiornamento del 30/03/2020

Emergenza CORONAVIRUS – Aggiornamento del 30/03/2020

Aggiornamento del 30/03/2020

Informiamo che la Presidenza Nazionale del CSI sta effettuando in queste ore una rilevazione delle ricadute economiche che l’emergenza Coronavirus avrà sulle proprie società affiliate. I dati così raccolti saranno presentati, attraverso il CONI Nazionale unitamente a quelli provenienti dagli altri Organismi Sportivi, al Governo italiano, allo scopo di fotografare il problema e quantificare eventuali interventi urgenti di sostegno alle società sportive con provvedimenti legislativi ad hoc di natura economica.

Tutte le società sportive affiliate, pertanto, sono invitate a compilare un semplice form online, rispondendo in modo realistico a qualche semplice domanda. Il link per accedere al modulo online verrà inviato via email a tutte le società affiliate, oppure è reperibile in un apposito box appena entrati nell’area riservata di Tesseramento Online CSI.

I moduli online vanno compilati ENTRO le ore 24 di MARTEDI 31 MARZO 2020. 

Questo il link della news presente sul nostro portale:

http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4385

_________________________________________

Aggiornamento del 18/03/2020

Pubblichiamo la lettera del Presidente nazionale in cui si comunica che la Presidenza nazionale del Centro Sportivo Italiano ha deciso di annullare le finali regionali e nazionali programmate fino a tutto luglio 2020.

Lettera Presidente nazionale 18-03-2020
Comunicazione CSI Lombardia

____________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 11/03/2020

 Comunicazione CSI Lombardia

Facciamo seguito alle Comunicazioni n. 9 del 06/03/2020 e n. 10 del 09/03/2020 con cui si comunicava il rinvio delle manifestazioni Sportive Regionali del CSI Lombardia e la  sospensione di tutte le attività fino al 03/04/2020 compreso, per comunicare che, stante la situazione di emergenza sanitaria in cui versa la Regione Lombardia, la limitazione della mobilità (salvo le situazioni di urgenza ed indifferibilità) di cui al DPCM del 08/03/2020 che non consentono, per ora,  fino al 04/04/2020 la libera circolazione e quindi l’impossibilità di procedere all’organizzazione delle manifestazioni e in attesa delle decisioni della Presidenza Nazionale CSI in ordine alla programmazione dei Campionati Nazionali, il Comitato Regionale CSI Lombardia ha deciso la sospensione e il rinvio a data da destinarsi anche delle gare previste per il 04 e 05/04/2020.

Riepiloghiamo pertanto la situazione:

SPORT INDIVIDUALI

Alla data attuale risultano pertanto sospese e rinviate a data da destinarsi le seguenti manifestazioni:

Manifestazioni Sportive Regionali:

  • 1ª Prova Regionale di Ginnastica Artistica CSI – Capriolo (BS) –  14/15 Marzo 2020;
  • 2ª Prova Regionale di Ginnastica Artistica CSI – Arese (MI) – 21/22 Marzo 2020;
  • 2ª Prova Regionale di Nuoto CSI – Edolo (Vcm) – 29 Marzo 2020;
  • 1ª Prova Regionale di Ginnastica Ritmica CSI – Merate (LC) –  28/29 Marzo 2020;
  • Prova Regionale di Biliardino a Coppie Fisse – Castiglione delle Stiviere (BS) –  29 Marzo 2020;
  • 3ª Prova del Campionato Regionale di Tennis Tavolo – Coccaglio (BS) – 5 Aprile 2020;
  • 3ª Prova del Campionato Regionale di Ginnastica Artistica – Arcore (LC) – 4/5 Aprile 2020;
  • 2ª Prova del Campionato Regionale di Ginnastica Ritmica – Capriolo (BS) – 4/5 Aprile 2020;
  • 3ª Prova del Campionato Regionale di Nuoto – Brescia – 5 Aprile 2020;
  • 2ª Prova del Campionato Regionale di Judo – Berzo Inferiore (Vcm) – 5 Aprile 2020;

In funzione delle tempistiche e delle decisioni che saranno assunte dalla Presidenza Nazionale CSI in ordine alle Manifestazioni Nazionali Sport Individuali, il Comitato Regionale CSI Lombardia, in accordo con i Comitati Territoriali e le Commissioni Tecniche Regionali di disciplina, valuterà se riprogrammare la conclusione dei Campionati Regionali Sport Individuali (eventualmente anche solo fino al titolo di campione regionale) o se procedere all’annullamento degli stessi.

Si segnala già fin d’ora che, in relazione a quanto sopra, si procederà alla compensazione delle quote di iscrizione già riconosciute in caso di riprogrammazione delle attività o alla restituzione delle stesse in caso di annullamento dei Campionati Regionali Individuali, limitatamente alle gare sospese e annullate.

 

SPORT DI SQUADRA

Per quanto attiene le Finali Regionali gli Sport di Squadra CSI Lombardia, si comunica ai Comitati Territoriali di non considerare e di non tenere conto dei termini, a suo tempo indicati, per la conclusione dei Tornei e dei Campionati Territoriali. Ogni Comitato, appena possibile, in relazione alle disposizioni normative e alla valutazione dell’opportunità di riprendere l’Attività Sportiva, procederà a riprogrammare la conclusione dei propri Campionati, comunicando alla Segreteria Regionale CSI Lombardia e alla Direttore Tecnico Sport di Squadra le relative date di possibile conclusione.

In funzione delle tempistiche segnalate dai Comitati e delle decisioni che saranno assunte dalla Presidenza Nazionale CSI in ordine alle Manifestazioni Nazionali, il Comitato Regionale CSI Lombardia, in accordo con i Comitati Territoriali, valuterà se riprogrammare le fasi finali regionali degli Sport di Squadra (eventualmente anche solo fino al titolo di campione regionale) o se procedere all’annullamento delle fasi stesse.

ATTIVITA’ SPORT & GO

Analogamente ai Campionati relativi agli Sport di Squadra anche la fase finale dell’attività Sport & Go CSI, prevista per il 10 maggio 2020, dovrà tenere conto della conclusione delle relative attività a livello territoriale. In funzione delle tempistiche segnalate dai Comitati e delle decisioni che saranno assunte dalla Presidenza Nazionale CSI in ordine alla Manifestazione Nazionale, il Comitato Regionale CSI Lombardia in accordo con i Comitati Territoriali, fornirà le indicazioni in ordine alla eventuale riprogrammazione o all’annullamento delle fasi stesse.

MEETING POLISPORTIVO REGIONALE CSI LOMBARDIA

Per quanto attiene al Meeting Polisportivo Regionale CSI previsto a Cesenatico (FC) dal 24 al 26 Aprile 2020, in relazione all’evolversi della situazione sanitaria legata alle modalità logistiche della manifestazione stessa, nonché nella considerazione che i partecipanti sono tutti in età scolastica (la manifestazione prevede l’assenza di un ulteriore giorno di lezione) e che le squadre iscritte partecipano ai Campionati dei Comitati Territoriali che dovranno recuperare e riprogrammare l’attività avendo a disposizione un limitato arco temporale, il Comitato Regionale CSI Lombardia ne comunica l’annullamento.

Si segnala già fin d’ora che le quote già pagate dai Comitati e/o dalle Associazioni Sportive saranno rimborsate con le modalità che saranno successivamente comunicate.

FORMAZIONE REGIONALE CSI LOMBARDIA

Lo Stage Regionale Arbitri di Calcio a 5, Calcio a 7 Calcio a 11, Pallavolo, Pallacanestro – Test Atletici – previsto a Pedrengo (BG) per Sabato 04 Aprile 2020 è rinviato a data da destinarsi anche in relazione ai provvedimenti che saranno assunti dalla Presidenza Nazionale CSI.

Il Presidente Nazionale del Centro Sportivo Italiano, Vittorio Bosio, con nota del 10 marzo 2020, a nome della Presidenza Nazionale, ha comunicato la proroga della sospensione di ogni attività sportiva fino a nuova comunicazione contraria. Nel rispetto dei provvedimenti di legge.

Il Centro Sportivo Italiano Comitato Regionale CSI Lombardia, e tutti i Comitati Territoriali della Regione, confermano la sospensione della propria attività già divulgata con la Comunicazione n.10 del 09/03/2020.

La presente per comunicazione e diffusione a tutte le Associazioni Sportive e ai Soggetti interessati alle Manifestazioni ed Iniziative sopra riportate.

I Responsabili Sport Individuali, Sport di Squadra, Meeting Polisportivo/Attività Sport&Go e della Formazione CSI Lombardia provvederanno alla ulteriore diffusione delle sospensioni o degli annullamenti sopra riportati.

Agrate Brianza, 11/03/2020 ore 11.00

Paolo Fasani (Presidente Regionale CSI Lombardia)

_________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 10/03/2020

Comunicazione dalla Presidenza Nazionale

 Viste le recenti disposizioni del Governo e l’evoluzione del contagio in tutto il Paese, la Presidenza Nazionale ha deciso di prorogare la sospensione di ogni attività sportiva fino a comunicazione contraria.

Va da sé, naturalmente, che i provvedimenti di legge vietano anche ogni tipo di assembramento di persone, e ciò significa anche la sospensione ed il rinvio a data da destinarsi di ogni attività associativa, di eventuali assemblee, di riunioni territoriali o regionali, nonché di corsi formativi che non siano svolti in modalità online.

Roma, 10 marzo 2020

Vittorio Bosio (Presidente nazionale)

____________________________________________________________________

Aggiornamento del 09/03/2020

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 59 dell’ 08 Marzo 2020 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentiti i Ministri competenti, il Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e, per i profili di competenza, i Presidenti delle regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte e Veneto, avente ad oggetto “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23/02/2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.”

Con detto Decreto si dispone che:

 Art. 1 (Misure urgenti di contenimento del contagio nella Regione Lombardia e nelle Provincie di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia).   

  • comma 1 lettera d): Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti professionisti e atleti di categoria assoluta che partecipano ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. In tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano;
  • comma 1 lettera f): Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici;
  • comma 1 lettera g): Sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività;
  • comma 1 lettera s): sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi;

 Art. 5 Disposizioni Finali

  • comma 1: le disposizioni del presente Decreto producono effetto dalla data dell’8 marzo 2020 e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020.
  • comma 2: le misure di cui agli articoli 2 e 3 si applicano anche ai territori di cui all’articolo 1, ove per tali territori non siano previste analoghe misure più rigorose.
  • comma 3: dalla data di efficacia delle disposizioni del presente Decreto cessano di produrre effetti i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri 1° marzo e 4 marzo 2020.
  • comma 4: resta salvo il potere di ordinanza delle Regioni, di cui all’articolo 3, comma 2, del Decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6.

Allegato 1 Misure igienico-sanitarie

  • lettera d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

Il Centro Sportivo Italiano Comitato Regionale CSI Lombardia e i Comitati Territoriali della Lombardia, applicano integralmente e tassativamente quanto disposto dalle Autorità Governative con la totale sospensione delle Attività fino al 03/04/2020, salvo diverse disposizioni delle competenti Autorità medesime.

Analogamente si richiama ad un assoluto e rigoroso rispetto da parte delle Associazioni e Società Sportive affiliate in ordine al divieto di poter svolgere allenamenti (salvo la deroga e con le modalità di cui all’art. 1 comma 1 lettera d) del DPCM in epigrafe citato).

Per quanto riguarda le Attività Regionali, nel confermare la totale sospensione di tutte le gare programmate fino al 03/04/2020, come da comunicazioni precedenti, si avvisa che entro Giovedì 12/03/2020, saranno fornite indicazioni anche in ordine alle manifestazioni previste dopo il termine citato del 03/04/2020.

La presente per comunicazione, diffusione e possibilmente, pubblicazione, anche per estratto, sui siti dei Comitati Territoriali.

Agrate Brianza, 09 Marzo 2020 ore 10.45

Paolo Fasani
Presidente Regionale CSI Lombardia

________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 05/03/2020

Si comunica che il Presidente Nazionale del Centro Sportivo Italiano, Sig. Vittorio Bosio, a seguito delle disposizioni del DPCM del 04 Marzo 2020, in relazione alle normative in esso contenute, ha disposto la sospensione delle attività ufficiali del CSI fino al 15 marzo 2020 compreso, salvo diverse comunicazioni che saranno tempestivamente inviate a tutta l’Associazione.

A seguito di specifici chiarimenti richiesti ed attesi alle competenti Autorità, riguardante l’attività sportiva, il Centro Sportivo Italiano provvederà a nuovi aggiornamenti in merito alle iniziative e attività programmate a livello nazionale.

Pertanto, anche su tutto il territorio della Regione Lombardia l’attività del Centro Sportivo Italiano (sia regionale che territoriale) è sospesa.

Agrate Brianza, 05 Marzo 2020 ore 11.50

Paolo Fasani
Presidente Regionale CSI Lombardia

_________________________________________________________________

Aggiornamento del 01/03/2020

A seguito dell’entrata in vigore del DPCM del 01/03/2020 in ordine alle misure di prevenzione e contenimento del contagio da nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 (noto anche come CoViD-19) nei territori del Nord Italia, riassumiamo di seguito lo “stato dell’arte” relativo all’ambito delle manifestazioni/eventi di carattere ludico, sportivo, didattico, formativo e aggregativo in genere.

IL CSI SI ATTIENE ALLE DISPOSIZIONI REGIONALI

LOMBARDIA – Fino al 08/03/2020 (prorogabile) in tutti i Comuni sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine  e  disciplina,  in  luoghi pubblici o privati. Resta  consentito  lo  svolgimento  dei  predetti eventi  e  competizioni,  nonche’  delle   sedute   di   allenamento, all’interno di impianti  sportivi  utilizzati  a  porte  chiuse, salvo quanto previsto per i Comuni della cosidetta “Zona Rossa”. È fatto divieto di trasferta dei tifosi residenti nella regione per la partecipazione ad eventi e competizioni sportive che si svolgono nelle restanti regioni e province. Sospensione delle attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei Livelli essenziali di assistenza, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

ZONA ROSSA – Nei comuni lombardi di BertonicoCasalpusterlengoCastelgerundoCastiglione d’AddaCodognoFombioMaleoSan FioranoSomaglia, Terranova dei Passerini e nel comune veneto di Vò Euganeo: fino al 08/03/2020 (prorogabile) divieto di ogni forma di eventi, manifestazioni e riunioni anche se svolti in luoghi pubblici aperti al pubblico; quindi NO a gare e anche ad allenamenti collettivi (di squadra o gruppo), NO a riunioni di ogni genere, divieto di accesso nei Comuni e di allontanamento dagli stessi e altre misure eccezionali di contenimento del contagio

EMILIA-ROMAGNA – Fino al 08/03/2020 (prorogabile) in tutti i Comuni sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine  e  disciplina,  in  luoghi pubblici o privati. Resta  consentito  lo  svolgimento  dei  predetti eventi  e  competizioni,  nonche’  delle   sedute   di   allenamento, all’interno di impianti  sportivi  utilizzati  a  porte  chiuse. È fatto divieto di trasferta dei tifosi residenti nella regione per la partecipazione ad eventi e competizioni sportive che si svolgono nelle restanti regioni e province. Per la sola provincia di PIACENZA: sospensione delle attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei Livelli essenziali di assistenza, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

Si allega anche circolare della Presidenza nazionale del 01/03/2020

_____________________________________________________________________________

Aggiornamento del 25/02/2020

A seguito dell’entrata in vigore delle varie Ordinanze regionali emanate di concerto con il Ministero della Salute, in ordine alle misure di prevenzione e contenimento del contagio da Coronavirus COVID-19 nei territori del Nord Italia, riassumiamo di seguito lo “stato dell’arte” relativo all’ambito delle manifestazioni/eventi di carattere ludico, sportivo, didattico, formativo e aggregativo in genere.

IL CSI SI ATTIENE ALLE DISPOSIZIONI REGIONALI

LOMBARDIA – Fino al 01/03/2020 (prorogabile) divieto di ogni forma di eventi, manifestazioni e riunioni anche se svolti in luoghi pubblici aperti al pubblico; quindi NO a gare di nessun tipo e NO anche ad allenamenti collettivi (di squadra o gruppo) in luoghi chiusi; SI solo agli allenamenti in luogo aperto, ma è VIETATO l’utilizzo di spogliatoi e di locali chiusi. E’ consentito l’accesso e l’utilizzo delle strutture sportive ai soli atleti professionisti.

ZONA ROSSA – Nei comuni lombardi di BertonicoCasalpusterlengoCastelgerundoCastiglione d’AddaCodognoFombioMaleoSan FioranoSomaglia, Terranova dei Passerini e nel comune veneto di Vò Euganeo: fino al 08/03/2020 (prorogabile) divieto di ogni forma di eventi, manifestazioni e riunioni anche se svolti in luoghi pubblici aperti al pubblico; quindi NO a gare e anche ad allenamenti collettivi (di squadra o gruppo), NO a riunioni di ogni genere, divieto di accesso nei Comuni e di allontanamento dagli stessi e altre misure eccezionali di contenimento del contagio.

_____________________________________________________________________________

Alleghiamo la comunicazione pervenuta in mattinata (23/02/2020) dalla Presidenza nazionale

Ai Consiglieri Nazionali CSI

Ai Membri di Direzione e Presidenza Nazionale

Alle Presidenze Regionali CSI

Agli Organi Collegiali CSI

Cari amici,

desidero informarvi che il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, On. Vincenzo Spadafora , ha inviato, a margine del Consiglio dei Ministri urgente tenutosi ieri in tarda serata presso la sede della Protezione Civile Nazionale, un Comunicato rivolto al Presidente del CONI Giovanni Malagò e da questi immediatamente divulgato a tutti gli Organismi Sportivi, che invita alla sospensione di tutte le attività sportive nelle regioni Lombardia e Veneto.

Alla luce di ciò, in accordo pertanto con le decisioni del Governo Italiano, la Presidenza Nazionale CSI in via di massima urgenza ha disposto la sospensione immediata a partire dalla giornata odierna del 23 febbraio 2020 e fino a comunicazione contraria, di tutte le manifestazioni e competizioni sportive, di ogni ordine e disciplina, ivi compresi anche gli allenamenti collettivi, organizzate dal CSI e dalle società sportive ad esso affiliate, in tutto il territorio della Lombardia e del Veneto , al fine di tutelare la salute generale e contenere in maniera efficace il rischio di contagio da Coronavirus Covid-19. La decisione è stata pubblicata sul nostro portale internet, sulle nostre pagine social ed è stata inviata via email a tutte le società affiliate che operano in quei territori.

Da quando ieri pomeriggio ci siamo salutati al termine del CN, la situazione è mutata velocemente, e non escludiamo che possa mutare ancora nelle prossime ore. Tutta la Direzione Nazionale è allarmata e attivata per seguire costantemente l’evolversi della situazione nelle Regioni interessate e in quelle circostanti. E’ di pochi minuti fa, infatti, la notizia che l’Università degli Studi di Bologna ha sospeso in via cautelativa per una settimana le lezioni, e le sessioni degli esami di profitto e di laurea sia nella sede di Bologna che nelle sedi decentrate in Emilia Romagna. Ed è notizia di stamattina che anche la FIPAV Piemonte ha sospeso le attività di pallavolo in quella Regione. Nell’usare comportamenti e nell’adottare scelte orientate alla attenzione e alla cautela, cari amici, è tuttavia anche nostro compito evitare che si diffonda un dannoso allarmismo oppure notizie false su una diffusione del contagio in altri distretti, che al momento non è accertato.

Perciò la Presidenza Nazionale CSI, confidando nella massima collaborazione ed impegno da parte di tutti i Comitati territoriali e di tutte le società affiliate e pur invitando ad adottare il principio di massima cautela al fine di tutelare la sicurezza pubblica e personale nostra e di tutti gli associati e delle loro famiglie, ritiene doveroso seguire strettamente le indicazioni emanate dalle Autorità sanitarie e politiche, assicurando tempestive comunicazioni sull’evolversi della situazione sanitaria nelle zone interessate e in tutto il territorio nazionale.

 

Con l’invito, in questa domenica, a rivolgere tutti quanti  una   preghiera ed un pensiero per le persone colpite e per i colleghi del CSI che in quelle zone stanno fronteggiando una situazione complicata, Vi saluto con l’amicizia di sempre.

Vittorio Bosio
Presidente Nazionale