Home » Evidenza » Natale dello Sportivo 2019

Natale dello Sportivo 2019

Natale dello Sportivo 2019

Le fasce della pace ai capitani: segno di appartenenza, ma anche di impegno educativo

Tantissimi atleti e dirigenti si sono ritrovati la sera di martedì 17 dicembre, presso la parrocchia della Beata Vergine di Caravaggio di Cremona, per il tradizionale appuntamento con il Natale dello Sportivo, organizzato dal Csi cremonese in preparazione alle festività natalizie, con il Vescovo Antonio. Uno scambio di auguri, ma anche un’occasione di riflessione sul ruolo educativo dello sport, e sul messaggio di pace che può essere veicolato attraverso lo sport.

In apertura, dopo i saluti e ringraziamenti del consulente provinciale don Paolo Arienti e del presidente provinciale Claudio Ardigò, il rito del lucernario che ha dato inizio alla celebrazione.

Quest’anno si è voluto puntare l’attenzione su un maggiore coinvolgimento degli atleti, dai più piccoli a quelli più maturi: ai capitani delle squadre presenti è stata consegnata direttamente dal Vescovo la fascia della pace, a testimonianza dell’impegno dell’associazione affinchè lo sport sia simbolo di amore e di fraternità, e la pace non sia solo una parola ma diventi uno stile di vita.

La riflessione del Vescovo Antonio ha preso spunto dalla lettura di un brano dal Vangelo di Luca, in cui si dice che Gesù non è venuto a portare pace ma divisione, che è venuto a gettare fuoco. Ma quale significato hanno queste parole? In realtà Gesù ci “getta” un fuoco che scalda, che risveglia, che unisce, ha portato la salvezza agli uomini, e la pace è il frutto di una gara, di una corsa, di un allenamento, ma anche di lotta, a volte anche con se stessi. Nel Csi lo sport non è di chi vuol fare carriera, ma è lo sport di tutti e per tutti, lo sport che unisce, perché i cristiani lo sport lo portano nel cuore; e allora ci dobbiamo preparare al Natale da sportivi, accettando le sfide che il Signore ci lancia.

Non è mancato anche un gesto concreto legato all’iniziativa dell’Avvento di fraternità: una volontaria ha presentato il Progetto Bahia, un gemellaggio della Diocesi di Cremona con la grande favela di Salvador de Bahia in cui operano da qualche mese don Davide Ferretti, che vanta anche un trascorso sportivo nel Csi, e don Emilio Bellani. Il progetto è rivolto a sostenere principalmente il completamento dell’oratorio e delle strutture sportive, e l’incremento dei pacchi alimentari per le famiglie più povere.

La preghiera conclusiva e la benedizione del Vescovo hanno chiuso la celebrazione; lo scambio di auguri e un apprezzato rinfresco presso i saloni dell’oratorio hanno concluso la serata natalizia del Csi cremonese.