Home » Evidenza » Natale dello Sportivo 2018

Natale dello Sportivo 2018

Natale dello Sportivo 2018

Si è svolto nella serata di venerdì 21 dicembre, presso il Centro Pastorale Diocesano di Cremona, il tradizionale appuntamento con il Natale dello Sportivo, organizzato dal comitato cremonese del Csi in preparazione alle festività natalizie con il Vescovo Antonio. Uno scambio di auguri,  ma anche un’occasione di riflessione sul ruolo educativo di chi anima lo sport sul territorio, a partire da un confronto con la Parola di Dio – come ha sottolineato il consulente don Paolo Arienti.

Ad aprire l’incontro il presidente del Csi Claudio Ardigò, che nel suo intervento ha auspicato «un Csi autorizzato a costruire la sua attività sportiva, modernizzandola, sperimentandola, proponendo cose nuove per essere più incisivi in termini educativi… di fronte ad un mondo dello sport troppe volte “povero di idee”, spesso rivolto solo a fare calcoli e analisi,  servono società autorizzate a creare un vero progetto educativo, chiaro, concreto, conosciuto e vissuto da tutti. Solo così le nostre società potranno essere società vincenti in ambito educativo…».

La riflessione del Vescovo Antonio ha preso spunto dalla lettura di un  brano dal Vangelo di Luca sulla figura di Giovanni Battista, con alcuni suggerimenti:

  • attenzione al gioco di squadra, alla condivisione, perchè si vince solo insieme
  • onestà e lealtà, perchè il doppio gioco, la doppia vita, poi vengono sempre a galla
  • attenzione «globale» alla crescita dei bambini e dei ragazzi, una responsabilità educativa che ci dobbiamo prendere insieme.

In chiusura l’augurio rivolto agli animatori delle attività sportive del Csi, di vivere il Natale da innamorati della vita per rendere i ragazzi altrettanto innamorati della vita.

E l’amore per la vita e per lo sport è stato testimoniato dal racconto di Riccardo Orsoni, giovane atleta della nazionale italiana (specialità marcia), del suo impegno nello sport (uno sport di fatica) e in oratorio. Lo sportivo e studente universitario, di Piadena, ha sottolineato l’importanza degli educatori, degli allenatori nella sua esperienza di vita e ci ha esortato a trasmettete ai nostri giovani atleti  la nostra passione, in modo che possano diventare veri innamorati della vita.

A conclusione della serata un momento di preghiera, guidata dal Vescovo, sulla lampada della pace di Betlemme, giunta a Cremona la settimana precedente il Natale, e condivisa nelle case e nelle comunità della diocesi come messaggio natalizio di fraternità e di pace.