Home » Evidenza » GLI AMICI DI EMMY E CHIARA SECONDI AL CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLAVOLO INTEGRATA

GLI AMICI DI EMMY E CHIARA SECONDI AL CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLAVOLO INTEGRATA

GLI AMICI DI EMMY E CHIARA SECONDI AL CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLAVOLO INTEGRATA

Ancora un risultato di prestigio conquistato dalla squadra di pallavolo integrata del Dosso di Castelleone. Gli Amici di Emmy e Chiara, così si chiama la squadra, si sono classificati al secondo posto nel campionato nazionale, organizzato congiuntamente dal CSI e dalla FISDIR, la Federazione del Comitato Italiano Paralimpico che si occupa dell’attività dei disabili intellettivo-relazionali.

La manifestazione, unico appuntamento nel panorama nazionale, ha visto ai nastri di partenza 10 squadre, provenienti da tutta Italia. Va detto che di queste ben tre provenivano dal comitato di Cremona, segno evidente di come il movimento della pallavolo integrata abbia a Cremona una notevole fioritura. Ma va anche aggiunto che sei delle dieci squadre fanno parte del circuito del Trofeo delle Regioni, anch’esso organizzato dal Comitato CSI di Cremona e che si svolge in cinque tappe in Lombardia e nelle Marche. Quest’anno sono addirittura ben otto le squadre iscritte al campionato provinciale del CSI, campionato che, giova ricordare, è l’unico campionato italiano territoriale, sia del CSI che della Federazione.

Gli Amici di Emmy e Chiara hanno acquisito l’accesso alla finale dopo un girone trionfale, vincendo tutte le gare con le altre squadre. Giunte così alla finale per il primo posto, si è ripetuto il tradizionale scontro con la fortissima squadra ALPHA di Urbino, tradizionale avversario delle castelleonesi. Questa volta la vittoria è andata alla compagine di Urbino con un punteggio risicato: 15-14 e 15-13.

Grande soddisfazione è stata espressa da Donika Shtuka, allenatrice appassionata e competente della squadra del Dosso, già giocatrice della nazionale albanese di pallavolo. A lei abbiamo innanzitutto chiesto quale sia l’origine del nome della squadra. “Emmy e Chiara erano due bambine disabili, figlie di due dirigenti del Dosso, che sono morte a causa dei loro problemi fisici. Per questo il Dosso ha voluto ricordarle, per testimoniare come la vita, la passione e l’impegno continuino nell’affetto e nel ricordo”.

“E’ dispiaciuta per non aver vinto la finale?”. “Ovviamente un po’ di delusione c’è. Ma tutto è compensato dalla constatazione di come tutti gli atleti e le atlete abbiano dato il massimo, dimostrando evidenti e significativi progressi. Noi non facciamo passatempo, ma sport e una delle caratteristiche dello sport è di impegnarsi per un continuo miglioramento, ovviamente compatibilmente con le proprie possibilità. Abbiamo vissuto ancora una volta una bellissima esperienza. Siamo stati insieme come squadra, ma anche abbiamo incontrato altri gruppi con cui sono nati legami di stima e di amicizia”.

“Quali sono ora i programmi degli Amici di Emmy e Chiara?”. “Tra poco inizierà il campionato provinciale, cui hanno aderito otto squadra. A febbraio inizierà anche il trofeo delle Regioni, cui hanno chiesto di partecipare nuove squadre provenienti dall’Emilia Romagna e addirittura da Napoli”.

Come si vede il movimento della pallavolo integrata sta crescendo in modo esponenziale, segno che il servizio alla crescita e all’integrazione delle persone con disabilità sta dando frutti magnifici.